Auguri di NON buon Natale

Articolo scritto sabato, 25 dicembre 2010

Uffa che noia ogni anno questo Natale! Cenoni e panettoni che fanno ingrassare, regali da fare e quindi un sacco di soldi da spendere perché non ci si può permettere la brutta figura di non ricambiare, vestiti eleganti con possibilmente scarpe che fanno male, fare tardi per giocare a carte serate sane e poi rientrare a casa stanchi e con un po’ di soldi in meno, la fila dal parrucchiere, la fila al supermercato, la fila nei negozi, tanto tempo e tanta fatica sprecati.
Per non parlare delle musichette mielose, delle case piene di lampadine e babbi natali appesi al balcone e di tutti i messaggi di auguri tutti uguali, mandati in automatico a tutta la rubrica che ti intasano la memoria del cellulare e che nessuno legge con attenzione…..
Chi non ha mai pensato almeno una volta che il Natale potesse essere fonte di noia e stanchezza?
Meno male, Signore che almeno tu non ti stanchi di venire sulla terra a tentare di ricordarci che il Natale è Altro!
Non vi auguro un Buon Natale! Vi auguro un Natale Buono!
Un Natale senza panettoni perché nel mondo c’è ancora chi muore di fame, ma pieno della Dolcezza di questo bimbo appena nato!
Un Natale senza stufe e caminetti accesi per non dimenticarci di chi dorme per strada fra i cartoni, ma pieno del calore degli affetti sinceri!
Un  Natale senza regali che spesso sono inutili e vanno solo a riempire cassetti e armadi o che alla prima occasione vengono riciclati, ma ripieno di sorrisi donati e ricevuti gratuitamente!
Un Natale senza abiti e scarpe eleganti e scomodi, ma proteso alla costruzione di relazioni sincere che vanno oltre alle apparenze!
Un Natale senza partite a carte ma con tanto tempo dedicato a giocare con i bambini, a parlare con loro e ad ascoltarli!
Un Natale con meno soldi spesi nei negozi ma con più tempo speso per Gesù e per i fratelli!
Un Natale con meno musichette e canzoncine… e chiacchiere ad alta voce, e baccano, e suoni di clacson per le strade ma pieno di Silenzio, quel silenzio contemplativo scaturito dalla meraviglia che nasce dall’incontro con Dio!
Un Natale con meno auguri ma con scambi di affetto sinceri e disinteressati!
Non un Buon Natale dove per un giorno siamo tutti più buoni… ma a volte nemmeno quel giorno… vabbè, è normale, in questo periodo siamo tutti così stressati!
Ma un Natale Buono fatto di Gioia e di Amore, un Natale pieno di attenzioni verso i piccoli e i poveri perché festa di un Dio che per amarci si è fatto piccolo e povero.
Evelissima

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringraziamo per il tuo intervento, ti invitiamo a firmarlo .... almeno il nome. Se inerente al tema, sarà pubblicato quanto prima. Avvertiamo che i commenti con links pubblicitari non verranno pubblicati.