Le sante, vergini consacrate, di Settembre

1 Settembre sec. IV Santa Verena di Zurzach
15 Settembre sec. II Santa Melitina di Marcianopoli

16 Settembre sec. III Santa Dolcissima
18 Settembre sec. III Santa Sofia -  Patrona di Sortino
20 Settembre sec. IV Santa Candida di Ventotene
24 Settembre sec. I Santa Tecla



Santa Dolcissima †16 Settembre sec. III (patrona di Sutri)

La città di Sutri, collocata su uno sperone di tufo, ha origini etrusche. Conquistata dai Romani nel  381 a. C. diventò molto presto luogo strategico. Coinvolta nelle lotte fra Longobardi e Bizantini, devastata dai Goti, conquistata dai Longobardi, nel 728 d. C fu ceduta al Pontefice.
Nella prima metà del sec. XVII,  in una sepoltura delle Catacombe di San Giovenale lungo la via Cassia nei pressi dell'attuale cimitero di Sutri, si trovarono delle ossa e fu rinvenuta una lapide marmorea che attestava il “beato” martirio della vergine Dolcissima il 16 settembre al tempo dell’imperatore Diocleziano. Le sacre reliquie furono traslate nella Cattedrale di Sutri in un’apposita cappella a lei dedicata (la terza a destra). Ivi è collocata una stataua in legno ed argento di scuola berniniana custodita da una tela opera di Heinrch Schmidt (1792) raffigurante la santa nella gloria con la città sullo sfondo. Stesso soggetto è rappresentato sulla volta centrale della stessa chiesa ad opera di Luigi Fontana (1891-1894). Altro affresco, alquanto danneggiato, Madonna con il Bambino fra Santa Dolcissima e San Liberato del sec. XIII - XV si trova nel vestibolo della chiesa S. Maria del Parto.  Sebbene non sia annoverata nel Martirologio Romano, Dolcissima, vergine sutrina e martire della fede, è patrona di Sutri. Considerevole il numero degli ex-voto custoditi nella sua cappella e dei bassorilievi dorati che riproducono la sua effigie presso le abitazioni della città. Onorata solennemente per tre giorni (15,16,17 settembre) i festeggiamenti sono caratterizzati da momenti aggregativi, competizioni agonistiche ed esibizioni artistico-musicali…. oltre che da celebrazioni eucaristiche, processione con trasporto della statua lignea e spettacolo pirotecnico nell'Anfiteatro illuminato da fiaccole romane.



Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringraziamo per il tuo intervento, ti invitiamo a firmarlo .... almeno il nome. Se inerente al tema, sarà pubblicato quanto prima. Avvertiamo che i commenti con links pubblicitari non verranno pubblicati.