Meditazioni festive - "l’essenziale è invisibile agli occhi"


DOMENICA DI PENTECOSTE 
Anno B - Solennità
Vangelo  Gv 15, 26-27; 16, 12-15
Dal vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. 
Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Però così non vale! Ora che ti abbiamo davanti e potresti rivelarci tutto parlando fai il misterioso… dici che non possiamo portarne il peso… che dobbiamo aspettare…
E poi quando verrà lo Spirito Santo che, appunto, essendo Spirito non si vede e non si sente… Lui ci rivelerà tutto!
E non sarebbe più facile farlo adesso a parole?
Ma “l’essenziale è invisibile agli occhi” e chi è più essenziale di Te?
E proprio perché invisibile agli occhi ed essenziale lo Spirito darà testimonianza di te a noi affinchè noi possiamo darla al mondo.
E allora che facciamo? Aspettiamo che arrivi? Si ma lo aspettiamo assidui e concordi nella preghiera, come i discepoli, è l’unico modo in cui possiamo accoglierlo!
Evelissima

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringraziamo per il tuo intervento, ti invitiamo a firmarlo .... almeno il nome. Se inerente al tema, sarà pubblicato quanto prima. Avvertiamo che i commenti con links pubblicitari non verranno pubblicati.